mercoledì 23 luglio 2008

La sedia elettrica al luna park

Ogni giorno vado a dare un'occhiata veloce alle notizie del Tgcom. Ultimamente non ho trovato notizie che abbiano catturato la mia attenzione; sempre le stesse telenovelas della politica, la finanziaria, il petrolio che sale alle stelle, gli attacchi contro i rom, e le classiche notizie da spiaggia, lato B, cellulite dei vip, la pancia di quell'altro vip. Ma stamattina ho letto qualcosa che mi ha lasciata di stucco: a Milano impazza la sedia elettrica.

Avete letto bene.

In un luna park milanese, ci si diverte con una finta sedia elettrica. Basta un euro vedere morire. Un manichino con mani e piedi legati alla sedia si scuote, trema e poi, avvolto dal fumo, muore. Sembra un uomo vero e la simulazione è davvero ben fatta e forse dovrebbe far pensare, non ridere.

La sedia elettrica era una morte molto utilizzata fino a pochi anni fa in alcuni stati americani per i condannati. Ad oggi ogni tanto la si sente nominare di fronte a violenze, rapimenti, stupri o altro.

Sarà per questa voglia di giustizia che forse ha così tanto successo? E' certamente di interesse storico e può attirare grande curiosità, ma cosa mai ci sarà da ridere? La gente invece sembra divertirsi a vedere una simulazione della sedia elettrica, a sentire le scariche elettriche e vedere come si poteva essere condannati. E non mi sorprende visto che oramai viviamo in un mondo arrivato al limite della decenza, totalmente sterile e privo di emozioni. E poi ci lamentiamo quando accadono le tragedie.
Rabbrividisco al pensiero, non so se per quelli che spendono un euro per vedere la morte in diretta o per il manichino che non ha fatto nulla per essere su quella sedia.
Ma che ci sarà da ridere secondo voi?

Questo è il video:

9 commenti:

=PsikoPower= ha detto...

Ciao Barby,
sono Silvia, =PsikoPower=. Grazie di avermi passato il link del tuo blog :) Ho sentito oggi questa notizia.. scioccante.. ma per il semplice fatto che una dimostrazione del genere viene fatta per divertire. Se era fatta in un altro contesto (tipo dimostrazione storica o altro) era interessante capire cosa i condannati passassero prima, durante, dopo la sedia elettrica. Ma così è disumano. Sono allibita.. e ci sono persone che ridono, è questo il problema!! Pazzesco..
Baci :)

riri ha detto...

Ciao Barby,anch'io avevo sentito la notizia e l'ho commentata da Daniele Verzetti..cosa dire? E' inaudito che alcuni possano ridere in presenza di questo horror importato dall'america...quello che mi fa star male è vedere che i genitori portano i loro bambini,pagano un euro e si divertono!!!
Un caro saluto

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Ciao e grazie per essere passata da me. Anch'io ho scritto di questa notizia in maniera per me inusitatamente più sintetica.

Troppo sconvolgente leggere di questo fatto e vedere i commenti di molti genitori assolutamente positivi.

Allibito.

Ciao
Daniele

Nicola ha detto...

Ai confini della realtà...ecco la penso allo stesso modo con cui hai etichettato questo post.
Ciao

Mat ha detto...

L'idiozia umana non ha limiti. è il sintomo di una società grottesca e sadica. Grazie al cielo il "baraccone" è stato rimosso giusto oggi.

Raffaele ha detto...

E' l'ennesima dimostrazione di un decadimento generalizzato dei valori culturali, morali e religiosi che sta contradistinguendo questa era.
Non sono scandalizzato dalle conseguenze, piuttosto dalle cause.
Mi auguro che l'uomo torni ad essere UOMO!!
Raffaele

Ele ha detto...

Io non commento la notizia (meglio di no) ma ti rispondo all'intervento che hai fatto da me... Anche io sono un po' presa, sto lavorando da neanche una settimana nello studio dove ho fatto lo stage di grafica e ho un sacco da fare... è un po' che non scrivo più niente (colpa dello stage, dell'esame di fine corso e poi adesso del lavoro)
Ogni tanto vengo a sbirciare qui ma poche volte ho la possibilità di scrivere qualcosa, come mi hai detto succede anche a te...
Non vedo l'ora che arrivino le vacanze che per me significa aspettare ancora un pochino! Parto a fine agosto per cui ho tutto il tempo di annoiarmi qui a Torino...
buon fine settimana!!!! BAcioni

Raggio di sole ha detto...

Ho sentito quest notizia e sono rimasta allibita!! .....come ho già detto in un commento a questa notizia : non ci sono più i genitori di una volta !
Ciao Barby

Gunther K.Fuchs ha detto...

la stipudità umana non ha limite, ma erano tutti lì a guardare e nessuno aveva nulla da dire